Ptosi gambe

L’interno coscia è estremamente importante per decretare la bellezza della gambe di una donna, allo stesso tempo però rappresenta una zona particolarmente critica perché facilmente soggetta a rilassamento cutaneo.
Questa mancanza di tonicità dell’arto interessa anche donne in giovane età e viene generalmente definita con il termine “ptosi”.

Il rilassamento avviene per una molteplicità di cause:
- un improvviso e consistente calo di peso
- una scarsa o del tutto assente attività fisica
- processi fisiologici naturali, quali l'iinvecchiamento
- le forze gravidazionali che tendono a far scendere i tessuti verso il basso, scostandoli visibilmente dalla loro posizione originaria.

L'intervento di lifting (termine inglese che in italiano significa appunto "risollevamento") rimodella il profilo delle gambe che, se pesanti e non toniche, sono soggette ad ogni passo a continui sfregamenti con il conseguente formarsi di smagliature.
Il rassodamento si realizza attraverso una sottile e lunga cicatrice che, dalla piega glutea, arriva fin quasi all'inguine. Tale esito cicatriziale potrà essere trattato a due mesi dall'intervento con la mosaic surgery. Tuttavia il lifting tradizionale è abbastanza invasivo, per cui, come nel caso del lifting dei glutei, è consigliato solo nei casi di un marcato rilassamento.

 

Per ptosi di piccola e media entità, è preferibile invece rafe ricorso alla nuova tecnica del lifting microchirurgico, che permette al soggetto di ottenere un effettivo rassodamento delle cosce senza provocare esiti cicatriziali rilevanti dal punto vista estetico.

Richiedi un appuntamento al chirurgo più vicino a te! Attraverso il database di Chirurgia Estetica Italia potrai trovare un chirurgo specializzato nell'intervento che più ti interessa nella tua città.