Otoplastica

Si tratta di un intervento chirurgico che mira alla correzione delle orecchie ad ansa, ovvero di quei casi in cui i padiglioni auricolari risultino un po’ troppo sporgenti e distanti dalla nuca a causa di una malformazione della cartilagine, che è lo scheletro portante dell'orecchio.

 

L’operazione  consiste in una piccola incisione praticata nel solco posteriore dell'orecchio. Si  esegue successivamente l’asportazione di una piccola losanga di cute e si accede alla porzione di cartilagine da modificare; la piega mancante (antelice) viene ricreata e, se necessario, si eliminano parti di cartilagine in eccesso. Si provvede alla stabilizzazione della nuova forma delle orecchie mediante dei punti interni e l'incisione viene suturata. L'intervento di otoplastica può essere eseguito sia in anestesia locale che generale ed ha una durata che oscilla tra 1 e 2 ore. Per sottoporsi all’intervento è necessario aver compiuto i 7 anni.

Nel caso in cui l’intervento sia stato eseguito in regime ambulatoriale o in day hospital (quindi in anestesia locale) il paziente sarà in grado di fare ritorno a casa dopo poche ore di osservazione; se l’intervento è stato praticato in anestesia generale sarà richiesta la permanenza del soggetto in clinica per 1 giorno. Appena eseguita l'otoplastica, sarà necessario usare una benda che circondi la testa in modo da proteggere le orecchie, ed è consigliabile tenerla per un periodo che varia da una settimana a un mese.
Il paziente potrà fare la doccia solo se la medicazione è protetta dall'acqua mentre per i capelli dovrà attendere la rimozione della medicazione. La rimozione dei punti si effettua dopo una settimana. E’ consentita la ripresa delle attività sportive leggere dopo due settimane circa, mentre per quelle più pesanti si raccomanda di attendere circa 5-6 settimane. La guida potrà essere ripresa dopo 3 giorni e l'esposizione a lampade UVA dopo circa 1 settimana.

 

Per scongiurare possibili rischi si consiglia alle pazienti che fanno uso di contraccettivi orali di sospenderne l’assunzione un mese prima di sottoporsi all’intervento di otoplastica, così come è consigliabile evitare l'assunzione di aspirina e simili due settimane prima e dopo l'operazione. Altre complicanze, tipiche deglii interventi, possono essere il sanguinamento tra cute e cartilagine; infezioni, cicatrici ipertrofiche o cheloidi, elementi che potrebbero richiedere una ripeterizione del'intervento di otoplastica.

 

I risultati dell’otoplastica sono definitivi e esteticamente soddisfacenti, anche perchè i punti di sutura sono del tutto invisibili.

 

Il costo dell'intervento oscilla tra i 2.000 € e i 2.500 €.

 

Chirurgia Estetica Italia agevola la ricerca di informazioni mediche offrendo una paromatica completa sul mondo della chirurgia estetica. Inoltre potrere trovare un chirurgo partendo dal comodo motore di ricerca o selezionando l'intervento per cercare un medico specializzato.